chi siamo

soci fondatori

lorenzo fraccaroli

1998-2004

accademia di architettura mendrisio

2003-2006

assistente prof. jacques gubler, accademia di architettura mendrisio

2004-2015

ufficio indipendente

dal 2005

affiliazione OTIA

dal 2007

partnership con silvia barrera meili architetto

dal 2010

affiliazione REG A

dal 2015

socio fondatore dueA architetti sagl

dal 2017

affiliazione SIA

Lorenzo è il concretizzatore del gruppo. Sia perché fa da cemento di tutte le diverse figure sia perché si assume l’onere di mettere in pratica quello che i sognatori lambiscono ma tentennano a mettere su carta. Grazie a lui si può partire, grazie a lui si delineano gli aspetti tecnici in modo che siano eseguibili, concreti appunto. Mantenendo e necessitando il controllo generale è anche il leader che sprona ogni singolo individuo, rendendoci, alla fine, la squadra che siamo. Non si fa spaventare dalle problematiche, le definisce lui stesso opportunità di soluzione, la sua energia la attinge proprio dalla difficoltà iniziale, adora dipanare matasse intricate. Proprio per il suo ruolo di “definitore” è anche la figura più solida, e si sa, la solidità porta una certa pesantezza, ogni tanto bisogna lottare per alleggerirne la presenza. Senza di lui la dueA non esisterebbe.

silvia barrera meili

1998-2004

accademia di architettura mendrisio

2004-2015

ufficio indipendente

dal 2004

affiliazione OTIA

dal 2007

partnership con lorenzo fraccaroli architetto

dal 2015

socia fondatrice dueA architetti sagl

dal 2017

affiliazione SIA

dal 2017

affiliazione REG A

dal 2021

membro commissioni concorsi SIA ticino

Silvia è il faro, quella luce fissa sulla terraferma che guida l’equipaggio fino alla meta permettendogli di non perdere mai di vista il punto di approdo. Figura di riferimento carismatica, oltre alla gestione della “macchina aziendale”, risulta indispensabile all’iter progettuale aggiustando costantemente il tiro e facendo da diplomatica mediatrice dei naturali differenziati punti di vista. Figura di riferimento di tutti, apporta le sue doti femminili e concrete al gruppo facendone da collante e creando il perfetto ambiente in cui ogni singola figura ha la possibilità di svolgere le proprie mansioni con la certezza di trovare riscontro positivo al proprio operato. Impossibile immaginare una dueA senza di lei.

collaboratori

fabio cammarata

2007-2013

accademia di architettura mendrisio

2014-2015

collaboratore studio di architettura

dal 2013

affiliazione OTIA

dal 2015

architetto collaboratore dueA architetti sagl

francesco maria magni

2003-2010

accademia di architettura mendrisio

2010-2017

collaboratore studio di architettura

dal 2017

collaboratore dueA architetti sagl

dal 2020

affiliazione OTIA

dragan bosnjak

2005-2006

scuola d’arti e mestieri di Trevano (SAMT)

2006-2010

scuola Professionale Artigianale Industriale di Trevano (SPAI)

2011-2013

assistente di cantiere

2013-2017

architettura scuola universitaria professionale della svizzera italiana (SUPSI)

2017-2018

collaboratore studio di architettura

dal 2019

architetto collaboratore dueA architetti sagl

Fabio è la figura più poliedrica, il suo talento progettuale, arricchito dall’interesse verso tutte le arti, riesce sempre a proporre spunti interessanti, in architettura e in generale. Spesso Fabio, si rende traduttore e mediatore dei discorsi progettuali più complessi, portando con grande entusiasmo la discussione ad alti livelli. È una persona diplomatica e molto cortese, non sopportando i conflitti sa sempre come rallegrare il clima anche nei periodi di forte stress. Spesso è il solo che insiste per partecipare a concorsi, sobbarcandosi il lavoro più duro, non si fa spaventare da orari e ritmi serrati. Fabio oltre ad essere un collaboratore stimatissimo è quell’amico che divide gioie e dolori su cui si può essere certi di poter contare sempre.

Francesco sviscera ogni più piccolo dettaglio, ha un’attenzione quasi autistica per i piani esecutivi, talmente concentrato e preciso che talvolta dobbiamo ricordargli che non potrà avere il controllo dell’atomo. È sempre disponibile, e nonostante nei periodi di stress la sua fatica sia palpabile, pone sempre il sorriso come arma comunicativa. Il confronto con lui è stimolante perché la sua voglia di capire e di non accontentarsi, ci porta talvolta fuori dal nostro stato di comfort, tanto che vorremmo poterlo evitare quelle mattine in cui l’energia è poca. Grazie a lui la dueA porta avanti i cantieri e fa fronte alla continua sollecitazione di artigiani e clienti.

Dragan, con la sua presenza delicata, è competente a tal punto che spontaneamente da supporto a tutti e 5, in ogni fase di progetto e realizzazione.
Estremamente educato ha sotto controllo gli interi processi, e interviene dove serve, prima che se ne accorgano i diretti interessati.
Tecnicamente molto forte, non perde mai la modestia ed è sempre pronto all’ascolto, impara ed insegna in un equilibrio perfetto. Sembra non avere talloni di Achille nella professione e sicuramente personalmente è la figura necessaria in un team, porta spesso anche i bignè alla crema quando capisce che sono la dolcezza o la carica zuccherina a mancare.

chi siamo

soci fondatori

f

1998-2004

2003-2006

2004-2015

dal 2005

dal 2007

dal 2010

dal 2015

dal 2017

lorenzo fraccaroli

accademia di architettura mendrisio

assistente prof. jacques gubler

ufficio indipendente

affiliazione OTIA

partnership con silvia barrera meili arch.

affiliazione REG A

socio fondatore dueA architetti sagl

affiliazione SIA

Lorenzo è il concretizzatore del gruppo. Sia perché fa da cemento di tutte le diverse figure sia perché si assume l’onere di mettere in pratica quello che i sognatori lambiscono ma tentennano a mettere su carta. Grazie a lui si può partire, grazie a lui si delineano gli aspetti tecnici in modo che siano eseguibili, concreti appunto. Mantenendo e necessitando il controllo generale è anche il leader che sprona ogni singolo individuo, rendendoci, alla fine, la squadra che siamo. Non si fa spaventare dalle problematiche, le definisce lui stesso opportunità di soluzione, la sua energia la attinge proprio dalla difficoltà iniziale, adora dipanare matasse intricate. Proprio per il suo ruolo di “definitore” è anche la figura più solida, e si sa, la solidità porta una certa pesantezza, ogni tanto bisogna lottare per alleggerirne la presenza. Senza di lui la dueA non esisterebbe.

f

1998-2004

2004-2015

dal 2004

dal 2007

dal 2015

dal 2017

dal 2017

silvia barrera meili

accademia di architettura mendrisio

ufficio indipendente

affiliazione OTIA

partnership con lorenzo fraccaroli arch.

socia fondatrice dueA architetti sagl

affiliazione SIA

affiliazione REG A

Silvia è il faro, quella luce fissa sulla terraferma che guida l’equipaggio fino alla meta permettendogli di non perdere mai di vista il punto di approdo. Figura di riferimento carismatica, oltre alla gestione della “macchina aziendale”, risulta indispensabile all’iter progettuale aggiustando costantemente il tiro e facendo da diplomatica mediatrice dei naturali differenziati punti di vista. Figura di riferimento di tutti, apporta le sue doti femminili e concrete al gruppo facendone da collante e creando il perfetto ambiente in cui ogni singola figura ha la possibilità di svolgere le proprie mansioni con la certezza di trovare riscontro positivo al proprio operato. Impossibile immaginare una dueA senza di lei.

collaboratori

f

2007-2013

2014-2015

dal 2013

dal 2015

fabio cammarata

accademia di architettura mendrisio

collaboratore studio di architettura

affiliazione OTIA

architetto collaboratore dueA architetti sagl

Fabio è la figura più poliedrica, il suo talento progettuale, arricchito dall’interesse verso tutte le arti, riesce sempre a proporre spunti interessanti, in architettura e in generale. Spesso Fabio, si rende traduttore e mediatore dei discorsi progettuali più complessi, portando con grande entusiasmo la discussione ad alti livelli. È una persona diplomatica e molto cortese, non sopportando i conflitti sa sempre come rallegrare il clima anche nei periodi di forte stress. Spesso è il solo che insiste per partecipare a concorsi, sobbarcandosi il lavoro più duro, non si fa spaventare da orari e ritmi serrati. Fabio oltre ad essere un collaboratore stimatissimo è quell’amico che divide gioie e dolori su cui si può essere certi di poter contare sempre.

f

2003-2010

2010-2017

dal 2015

francesco maria magni

accademia di architettura mendrisio

collaboratore studio di architettura

collaboratore dueA architetti sagl

Francesco sviscera ogni più piccolo dettaglio, ha un’attenzione quasi autistica per i piani esecutivi, talmente concentrato e preciso che talvolta dobbiamo ricordargli che non potrà avere il controllo dell’atomo. È sempre disponibile, e nonostante nei periodi di stress la sua fatica sia palpabile, pone sempre il sorriso come arma comunicativa. Il confronto con lui è stimolante perché la sua voglia di capire e di non accontentarsi, ci porta talvolta fuori dal nostro stato di comfort, tanto che vorremmo poterlo evitare quelle mattine in cui l’energia è poca. Grazie a lui la dueA porta avanti i cantieri e fa fronte alla continua sollecitazione di artigiani e clienti.

f

2005-2006

2006-2010

2011-2013

2013-2017

2017-2018

dal 2019

dragan bosnjak

scuola d’arti e mestieri di Trevano (SAMT)

scuola Professionale Artigianale Industriale di Trevano (SPAI)

assistente di cantiere

architettura scuola universitaria professionale della svizzera italiana (SUPSI)

collaboratore studio di architettura

architetto collaboratore dueA architetti sagl

Dragan, con la sua presenza delicata, è competente a tal punto che spontaneamente da supporto a tutti e 5, in ogni fase di progetto e realizzazione.
Estremamente educato ha sotto controllo gli interi processi, e interviene dove serve, prima che se ne accorgano i diretti interessati.
Tecnicamente molto forte, non perde mai la modestia ed è sempre pronto all’ascolto, impara ed insegna in un equilibrio perfetto. Sembra non avere talloni di Achille nella professione e sicuramente personalmente è la figura necessaria in un team, porta spesso anche i bignè alla crema quando capisce che sono la dolcezza o la carica zuccherina a mancare.